Quando il latino insegna a “sporcarsi le mani”

image_pdfimage_print
Punteggio articolo
[Voti: 0 Media voto: 0]

Quest’anno le classi 2CS e 2AS hanno realizzato un progetto dedicato all’otium romano, che li ha visti impegnati sia sul lato teorico che su quello pratico.

Durante le ore di latino, sotto la guida delle professoresse Bruna Senter e Annamaria Finetto, i ragazzi hanno riscoperto vari autori latini e le loro opere dedicate al mondo dell’agricoltura, come per esempio Varrone (De re rustica), o Virgilio (Bucoliche, Georgiche). Hanno anche appreso le parole latine della suddetta area semantica e hanno imparato cosa gli antichi intendevano con la parola otium. Se il progetto fosse finito qui, si sarebbe detto: “Un bel progetto, istruttivo…”, ma presto sarebbe stato dimenticato. Invece il progetto è proseguito con la parte pratica, e i nostri studenti si sono dovuti rimboccare le maniche. Hanno deciso di prendersi cura di un piccolo fazzoletto di terra vicino all’uscita sul retro della scuola, prima trascurato.

Per prima cosa hanno dissodato il terreno con zappa e vanga e, con l’aiuto del professor Paolo Zammatteo, hanno delimitato quattro spazi dove hanno poi collocato le varie piantine. Due di questi spazi sono stati destinati alle piante aromatiche (Rosmarinus Officinalis, Origanum Vulgare, Mentha Glacialis, Thymus Vulgaris, Lavandula Officinalis), gli altri due ai fiori (Satureja Ortensis, Bidens Tripartitus, Calibracoa, Tagetes, Nasturtium Officinale, Calendula Officinalis).

Oltre al terreno dietro alla biblioteca, i ragazzi insieme con le prof. Galvanetto e Senter si sono occupati anche dell’ abbellimento delle aiuole alla base delle colonne del portico frontale della scuola. Se prossimamente qualcuno dovesse ritrovarsi ad ammirare il nuovo giardinetto dietro la biblioteca, deve ringraziare coloro che hanno aderito a questo progetto, che ha visto la partecipazione veramente “attiva” degli alunni.

 

Lucia Tasini

classe 2C Scientifico

Condividi su... <br>Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: