Ottimo risultati ai Giochi matematici della Bocconi

image_pdfimage_print

Punteggio articolo
[Voti: 4 Media voto: 4]
Sabato 14 maggio si è svolta a Milano la finale dei Giochi matematici indetti dall’Università Bocconi; alla gara partecipavano 10 ragazzi del Liceo Rosmini di Rovereto, accompagnati dallo scrivente nonché docente referente Fabio Ferrari. Alla finale partecipano i ragazzi che hanno superato la fase a livello provinciale tenutasi nelle sedi predisposte (per il T.A.A. era il nostro liceo Rosmini). I ragazzi del nostro istituto si sono dovuti mettersi in gioco con tutti i semifinalisti a livello nazionale, affrontando una serie di quesiti proposti dall’Università Bocconi in ambito matematico su un terreno dove logica ed intuizione sono fondamentali per un buon risultato. Devo innanzitutto constatare in questi ragazzi la grande passione e dedizione verso l’affascinante mondo dei numeri e della logica, che anche durante il viaggio li ha visti discutere su vari quesiti di matematica delle semifinali o della finale stessa rispettivamente verso e da Milano. Ma, cosa più importante, è il risultato finale conseguito da loro: su 10 partecipanti ben 3 sono stati premiati, in quanto rientrati nelle prime posizioni. Nella categoria C2 (terza media e prima superiore) Gobbi Samuel si è piazzato 76° su quasi 1000 partecipanti; nella categoria L1 (seconda, terza e quarta superiore) Panjkovic Stefan e Zoller Valerii si sono piazzati rispettivamente 5° e 41° su un battaglione di sfidanti di quasi 600 studenti. Nelle semifinali erano giunti rispettivamente primo, secondo e quarto nelle rispettive categorie. Gli altri sette ragazzi si sono difesi comunque bene ottenendo posizioni più che dignitose. Non abbiamo raggiunto l’obiettivo di passare la finale e andare alla finalissima a Parigi ma…. ci stiamo lavorando!!!

Infine desidero come referente dell’iniziativa congratularmi veramente con questi ragazzi che hanno trascorso un sabato diverso dal solito all’insegna di una sfida “matematica” con altri suoi coetanei, senza particolari ansie di prestazione e con uno spirito di sincero gioco.

 

Il referente Fabio Ferrari

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0