Le ragazze del liceo traducano un documentario del Festival del Cinema Archeologico

image_pdfimage_print
Punteggio articolo
[Voti: 0 Media voto: 0]

Nei giorni dal 4 all’8 ottobre 2016 la Fondazione Museo Civico di Rovereto organizza la 27a edizione della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico

I film ammessi alla Rassegna concorreranno al Premio “Città di Rovereto-Archeologia Viva”, attribuito dal pubblico attraverso la compilazione di una scheda consegnata nel corso delle proiezioni.
La partecipazione alla Rassegna è aperta a tutte le produzioni nel settore della ricerca archeologica, storica, paletnologica, antropologica e comunque aventi come scopo la tutela e la conservazione dei beni culturali. Per l’ammissione si privilegiano le recenti produzioni cinematografiche e le opere che contengono argomenti attinenti al tema ‘Le grandi civiltà: le nostre origini’.

Sei studentesse della quinta e quarta liceo – Armellini Daniela, Bolge Agnese, Gazzini Giula, Pancheri Alice, Prosser Chiara e Scudiero Lucia – che studiano francese hanno tradotto un documentario del festival del Cinema Archeologico: “Naachtun, la città Maya dimenticata”, che verrà proiettato martedì 4 ottobre alle ore 15.

L’immagine scelta quest’anno per il manifesto è una restituzione virtuale del Colosso di Nerone eretto a Roma nel I sec. d.C., realizzata da  di Altair4 Multimedia.
La statua colossale in bronzo dorato di Nerone, alta oltre 35 metri, si trovava in origine al centro del vestibolo della Domus Aurea. Vespasiano trasformò la statua in dio Sole, e Adriano la spostò di fronte al Colosseo. Sembra che proprio la vicinanza di questa statua abbia fatto sì che l’Anfiteatro Flavio fosse chiamato nei secoli a seguire con il meglio noto appellativo di Colosseo.

XXVII RASSEGNA INTERNAZIONALE DEL CINEMA ARCHEOLOGICO
Rovereto 4 – 8 ottobre 2016
Proiezioni:

Auditorium del Polo Culturale e Museale “F. Melotti” (Corso Bettini)
Sala Conferenze del Mart (Corso Bettini)
Sala Convegni “F. Zeni” della Fondazione Museo Civico Rovereto (Borgo Santa Caterina)
Teatro Riccardo Zandonai (Corso Bettini)

Ingresso libero

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0