Premiato il progetto scientifico del “Rosmini” della First lego League

Punteggio articolo
[Voti: 6 Media voto: 4.7]
image_pdfimage_print

Un’app di emergenza in caso di incontro ravvicinato con un orso. È questo il progetto scientifico della First lego League che è valso al team del Liceo Rosmini di Rovereto il premio Casio.

I ragazzi sono stati premiati al Miur.

 

Sono state oltre cento squadre che hanno partecipato alla FIRST® LEGO® League Italia. Tra queste un comitato scientifico formato dai giudici della FIRST® LEGO® League Italia (ricercatori, docenti, scienziati) e un rappresentante del MIUR, ha selezionato 16 dei più interessanti progetti scientifici presentati durante la manifestazione di robotica che aveva come tema l’alleanza uomo-animale. Per questo premio le squadre selezionate dovevano raccontare il loro progetto attraverso un filmato originale da loro stessi prodotto.

fll casio

La squadra del liceo Rosmini di Rovereto FLL 64 RAP ROSMINI ANIMAL PROJECT  con “A smarter bear for a better world” ha conquistato la medaglia d’argento.

Il gruppo si è concentrato sull’annoso problema della convivenza con l’orso, scegliendo di creare un collare che si collega ad un’applicazione per smartphone che indica al possessore se è vicino all’animale e in caso una via di fuga. L’app consente anche di effettuare chiamate di emergenza, segnalare avvistamenti e informarsi su come prevenire gli incontri o come comportarsi.

 

Nella Sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca i ragazzi sono stati premiati alla presenza dei Dirigenti della Direzione Generale ordinamenti scolastici e valutazione sistema nazionale istruzione del MIUR Anna Brancaccio e Massimo Esposito e della vicesindaco di Rovereto Cristina Azzolini, seguendo la tradizione della manifestazione mondiale dove alcuni selezionatissimi team vengono ricevuti direttamente alla Casa Bianca. Ospiti alla premiazione anche Luca Padua, neurologo della Fondazione A. Gemelli di Roma, Francesco Bologna e Giuseppe Brauner per la CASIO che ha premiato i primi tre team con una calcolatrice grafica per ciascun partecipante, Franco Finotti, Alessio Bertolli, Stefano Monfalcon e Nello Fava della Fondazione Museo Civico di Rovereto.

 

I team sono stati selezionati tra i 112 (più di 1000 ragazzi) che hanno partecipato alla FIRST® LEGO® League Italia, una competizione a squadre di robotica e scienza che mette a confronto i ragazzi di tutto il mondo (250 mila quest’anno) su tematiche di forte impatto ecologico e sociale, che devono affrontare con la mentalità del problem solving attraverso la robotica a mattoncini targata LEGO e la loro creatività con un progetto scientifico originale in tema, seguendo anche regole di condivisione e fair play, e privilegiando la comunicazione scientifica.

Organizzatore per l’Italia di questa manifestazione mondiale è la Fondazione Museo Civico di Rovereto, che anche grazie a questa competizione è accreditata dal MIUR a valorizzare le eccellenze fra gli studenti italiani nel campo della robotica, forte dell’esperienza nell’Educational Robotics maturata molto prima che diventasse uno strumento didattico riconosciuto dai più.

 

La squadra che si è conquistata il primo posto è il team FLL 94 FIRESTORM 2.0 del Liceo Scientifico “L. Respighi” di Piacenzam, il secondo progetto premiato è stato ideato dal team FLL59 ITIS MAX PLANCK LEARNING GROUP dell’Istituto “Max Planck” di Lancenigo di Villorba (TV).

 

 

Condividi su...
Share on Facebook41Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0