Doppio successo al Festival delle Lingue

image_pdfimage_print
Punteggio articolo
[Voti: 7 Media voto: 4.1]
Stamane, nella prestigiosa cornice del Festival delle Lingue, gli studenti del Liceo hanno vinto il torneo di retorica sia per la sezione in lingua inglese (Word games) che tedesca (Wortbewerb).
Il torneo, organizzato dall’Iprase e dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento, ha preso avvio nel mese di Gennaio e, come di consueto, la finale ha rappresentato un evento all’interno del Festival delle Lingue che si sta tenendo a Rovereto dall’8 al 10 Marzo.
La prima gara disputata è stata quella in Inglese e ha visto coinvolti studenti della IIIDM (Giorgia Cescatti, Syed Tahir Bukhari e Damiano Bertolini) e della IVDM (Emanuela Costanzino, Amerigo De Pisapia e Giovanni Dalbosco), preparati dagli insegnanti Raffaella Caldonazzi, Alberto Garniga e Luciano Dimaio. I nostri studenti si sono confrontati con quelli del Liceo Maffei di Riva del Garda, sostenendo la tesi “Today peace cannot be obtained only by peaceful means” (Al giorno d’oggi la pace non può essere ottenuta solo attraverso mezzi pacifici).
Oltre ad aver conseguito la vittoria, Emanuela Costanzino e Amerigo Depisapia sono stati segnalati come migliori oratori.
In seguito è stata disputata la finale in tedesco che ha coinvolto l’intera classe IVBL (Arianna Albertini, Lucia Burli, Giulia Cescatti, Mattia Chiesa, Giulia Emanuelli, Beniamina Filagrana, Arianna Gubert, Bianca Irlando, Daria Lauri, Klaudia Palaj, Giorgia Parolari, Elisabetta Pelella, Pietro Santuari, Victoria Tagliani, Davide Toniatti, Vanessa Trevisan) che si è preparata con le prof.sse Elisa Zomer e Angelika Krabb. La classe ha gareggiato con il Liceo Arcivescovile di Trento sostenendo la tesi “Staatsgrenzen sind Hindernisse, die abgebaut werden sollten” (I confini di stato sono barriere che dovrebbero essere abbattute).
Anche in questo caso i giudici hanno premiato due studenti del nostro Liceo come migliori oratori, Elisabetta Pelella e Davide Toniatti.
Complimenti a tutti gli studenti per la serietà e l’impegno con cui hanno affrontato questa prova che è stata l’occasione per esercitare le loro competenze linguistiche, ma anche per mettersi in gioco in un’attività tanto impegnativa quanto coinvolgente ed entusiasmante.
Condividi su... <br>Share on Facebook
Facebook
95Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: