Abitare la rete con i propri figli

Punteggio articolo
[Voti: 0 Media voto: 0]
image_pdfimage_print

Si è svolta lunedì 19 Marzo presso l’aula magna del Liceo Rosmini, una serata intitolata “Abitare la rete con i propri figli”.

Gli psicologi Giulia Tomasi e Matteo Kettmaier, ideatori del progetto “Navigare a vista”, hanno guidato una cinquantina di genitori presenti ad acquisire consapevolezza del ruolo genitoriale nell’ambiente della Rete. E’ importante infatti che siano gli adulti ad aiutare ragazzi a conoscere le regole di accesso dei più diffusi social network, perché evitino di incorrere in situazioni o comportamenti lesivi per sé o per gli altri.

Hanno definito le linee guida di sicurezza e fornito indicazioni per contrastare il cyberbullismo e la dipendenza da videogiochi; contestualmente hanno evidenziato condotte idonee che possano diventare modelli di comportamento.

Hanno poi riferito le strategie educative che adotteranno nelle sei classi della nostra scuola in cui è previsto il loro intervento a partire dal mese di Aprile.

L’auspicio è quello di estendere l’anno prossimo la proposta ad un numero maggiore di studenti.

Questo intervento affianca quelli ormai consueti previsti dal progetto Accoglienza che ha permesso agli alunni delle classi prime di incontrare il dottor Mauro Berti della polizia postale, autore del libro “Cyberbullismo, guida completa per genitori, ragazzi e insegnanti” e Mattia Gasperotti, responsabile regionale di Google.

Condividi su... <br>Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: